Sabrina Santamaria

 

Sfogliare le pagine dei sogni è accorgersi di esser vivi
allora sognare è vivere cioè abbracciar l’infinito.

Immergermi fra le onde sinuose della letteratura mi porta all’apice sublime del mio sentire. Dare spazio agli autori attraverso i miei articoli mi conduce a scrutare orizzonti ove il banale occhio umano delinea solo confini. I libri aprono le porte alle particelle invisibili della fantasia e della creatività…

Sabrina Santamaria

Ultime Recensioni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

Ultime Interviste

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Ultime Critiche d'Arte

  • 1
  • Home

Sabrina Santamaria

La mia passione:

Sono nata a Messina il 27 Aprile 1994.

Fin da adolescente mi sono appassionata alla letteratura. Nel 2016 ho pubblicato il mio romanzo di stampo diaristico-epistolare che si intitola “Germogli…scritti in emozioni” (pubblicato da  Di Nicolò Edizioni).

Tra i miei interessi albergano le tematiche psicologiche, sociologiche e pedagogiche infatti ho conseguito la laurea in Scienze della Formazione e della comunicazione a Messina nel 2017. A Luglio del 2019 ho concluso la laurea specialistica in Scienze Pedagogiche.

  • Durante il tempo libero scrivo recensioni letterarie per i seguenti siti culturali: 
  • Verso Spazio letterario indipendente,
  • Muatyland,
  • Vuoi conoscere un casino
  • CefaluArt.

Collaboro anche con la Rivista Internazionale “Le Muse”(fondata dalla Dott.ssa Maria Teresa Liuzzo).

Mi cimento anche con la poesia, il Cavaliere della poesia Silvano Bortolazzi mi ha nominata Scudiero dell’Unione Mondiale dei poeti nel 2018, la casa editrice Kimerik nel Concorso “Unione mondiale dei poeti 2018” ha pubblicato una mia  poesia dal titolo “La libertà del poeta”, nel 2019 nel medesimo concorso è stata pubblicata nell’antologia la raccolta “Frutto d’amore”, i miei testi sono stati pubblicati nelle antologie “Quello che le donne dicono” e “Amore e Psiche 2019” sempre edite dalla casa editrice Kimerik.

 

 

© Sabrina Santamaria 2020 - Sito Web realizzato da Antonio Ferriero